Valli Gestioni Ambientali

ecopneus

Bonifica ambientale di siti inquinati

La disciplina della bonifica dei siti contaminati è contenuta principalmente nel D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, recante Norme in materia ambientale. In particolare, ad essa è dedicato il Titolo V della Parte IV del D.Lgs. 152/2006.

La bonifica dei siti contaminati si ispira al principio "chi inquina paga", principio alla base della disciplina europea in materia di danno ambientale. Gli interventi di bonifica sono finalizzati all'eliminazione della contaminazione oppure alla sua riconduzione entro livelli di accettabilità per il sito.

La definizione e la realizzazione degli interventi di bonifica presuppongono la caratterizzazione del sito; gli obiettivi della bonifica sono determinati mediante l'analisi di rischio, tenuto conto della specifica destinazione d'uso dell'area.

Il procedimento di bonifica

Il procedimento di bonifica è descritto all'art. 242 e seguenti del D.Lgs. 152/2006. Nello specifico, il superamento dei valori di Concentrazione Soglia di Contaminazione (CSC) qualifica il sito come "potenzialmente contaminato", rendendone necessaria la caratterizzazione e l'analisi di rischio sito-specifica, procedure tramite cui si determinano i valori di Concentrazione Soglia di Rischio (CSR). In particolare, il piano della caratterizzazione è un elaborato progettuale che ricostruisce i fenomeni di contaminazione a carico delle matrici ambientali, riportando le informazioni necessarie per la messa in sicurezza e/o bonifica del sito. Sulla base dell'esito della caratterizzazione, al sito è applicata la procedura di analisi del rischio sito-specifica. Il documento dell'analisi di rischio è approvato dalla Conferenza dei Servizi convocata dalla Regione o, per i Siti di Interesse Nazionale (SIN), dal Ministero della Transizione Ecologica (MiTE).

Il superamento dei valori di CSR conferma lo stato di contaminazione del sito ed obbliga il responsabile della contaminazione ad individuare le consequenziali azioni di bonifica di cui al Progetto Operativo di Bonifica (POB) o di messa in sicurezza permanente.

Le tecnologie di bonifica

La classificazione delle tecnologie di bonifica è effettuata sulla base di:

- finalità e principio di trattamento (trattamenti per la distruzione, la mobilizzazione finalizzata al recupero e trattamento, inertizzazione o contenimento, escavazione e smaltimento in sito adeguato);

- natura del processo (trattamenti chimico-fisici, termici, biologici);

- matrice (terreno insaturo, saturo e/o acque sotterranee);

- movimentazione della matrice contaminata (in situ o ex situ, e, in quest'ultimo caso, on site o off-site).

Alcuni esempi di trattamenti sono: biopile, bioreattori, landfarming, phytoremediation, bioventing, biosparging, attenuazione naturale, lavaggio, estrazione di vapori, air sparging, barriere reattive permeabili, recupero di prodotto, desorbimento.

 

 Dal 2002 Valli Gestioni Ambientali opera anche nel settore delle bonifiche ambientali, disponendo di apposita iscrizione all’Albo Nazionale Gestori Ambientali per la categoria 9 (bonifica dei siti).

L’azienda si occupa di:

  • asportazione, trasporto e smaltimento del terreno contaminato;
  • bonifiche di pozzi e cisterne interrati, con eventuale rimozione del serbatoio, intervenendo anche per il ripristino e per lo smaltimento del terreno circostante attenendosi alle Linee Guida ARPA della Regione Lombardia.

Contattaci per ricevere informazioni sul ns. servizio di gestione delle bonifiche di siti contaminati, dalla caratterizzazione del sito alla progettazione ed esecuzione della bonifica ambientale tramite asportazione e/o trattamento dei suoli e dei liquidi contaminati.

 

COMPILA IL FORM PER INVIARE LA TUA RICHIESTA
Rifiuto
Azienda
Referente
* Classificazione
* Caratteristiche
* Stato fisico
* Confezionamento
Mezzo di trasporto richiesto
Allegati

NEWS

Come smaltire i DPI utilizzati nei luoghi di lavoro
18 Ottobre 2021
Le linee guida dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS)...
Come smaltire i DPI utilizzati nei luoghi di lavoro Scopri di più >
Rifiuti assimilabili agli urbani o assimilati? Trova le differenze
20 Agosto 2021
Prima di tutto una definizione: con rifiuti assimilabili...
Come smaltire i DPI utilizzati nei luoghi di lavoro Scopri di più >
Smaltimento rifiuti: breve guida alla corretta gestione
9 Agosto 2021
Gestione e smaltimento rifiuti sono attività regolate da...
Come smaltire i DPI utilizzati nei luoghi di lavoro Scopri di più >