Valli Gestioni Ambientali

ecopneus

Plastica

La maggior parte degli imballaggi è in plastica, per questo, insieme alla carta, la plastica è il rifiuto più prodotto.

Plastica

La plastica è tra gli scarti prodotti in maggior quantità dal momento che la quasi totalità degli imballaggi è costituita da materiali in plastica.

Tuttavia, va specificato che con il termine plastica si designa una vasta gamma di polimeri, vale a dire materie plastiche, con caratteristiche, proprietà, campi di applicazione diversi e dunque da sottoporre a diversi trattamenti al termine del loro ciclo di vita.

Tipologie di polimeri

I polimeri sono catene di monomeri costituiti da C, H, O, Cl, derivati dal petrolio e si possono distinguere due categorie:

  • resine termoplastiche: sono caratterizzate da legami deboli (si ammorbidscono se esposte al calore e ritornano dure se raffreddate); pertanto possono essere facilmente riciclabili in nuovi manufatti plastici;
  • resine termoindurenti: sono caratterizzate da legami forti (si solidificano irreversibilmente se esposte al calore), pertanto non possono essere riciclate, se non con materiali di riempimento.

Principali tecnologie di polimeri termoplastici

  • PET (Polietilentereftalato). Fa parte della famiglia dei poliesteri. Trasparente, resistente, isolante. Applicazioni: bottiglie, film, tubi, vaschette e blister, contenitori e imballaggi, etichette.
  • PE (Polietilene). Può essere ad alta densità (HDPE, PE-HD) o a bassa densità (LDPE, PE-LD). Applicazioni: flaconi per il contenitmento di detersivi o alimenti; giocattoli; tappi in plastica; tubi per il trasporto di acqua e gas naturale.
  • PVC (Polivinilcloruro). Applicazioni: tubi per edilizia (grondaie, tubature per acqua, ecc.), serramenti, pavimenti vinilici, pellicola rigida e plastificata per imballi, dischi fonografici.
  • PP (Polipropilene). Applicazioni: oggetti di uso comune in plastica come articoli domestici, giocattoli, imballaggi rigidi (barattoli, flaconi) e flessibili (film).
  • PS (Polistirolo), di cui esiste anche la versione espansa (ESP).
  • Altre plastiche: contengono plastica mista ad altri materiali.

Il riciclo della plastica

Il riciclo della plastica è di tipo meccanico e consiste nella rilavorazione meccanica della politica dismessa come rifiuto, che diventa materia prima secondaria per la produzione di nuovi manufatti.

Cosa si può ottenere?

  • Dai polimeri termoplastici: macinati, granulo o scaglie da utilizzare nella produzione di nuovi manufatti;
  • Dai polimeri termoindurenti: macinati, cariche inerti nella lavorazione di polimeri vergini o riempitivi (fillers) per altri prodotti poiché non possono essere rilavorati essendo infusibili.

Valli Gestioni Ambientali si occupa della raccolta e suddivisione dei rifiuti in plastica in base alla loro composizione.

Una quota di questa frazione viene poi avviata a riciclo, un'altra alla produzione di combustbili alternativi, dunque al recupero energetico.

Contattaci o inviaci la tua richiesta compilando il modulo qui di seguito, specificando le caratteristiche dei rifiuti di plastica in tuo possesso. Ti proporremo il Servizio che meglio risponde alle tue necessità.

COMPILA IL FORM PER INVIARE LA TUA RICHIESTA
Rifiuto
Azienda
Referente
* Classificazione
* Caratteristiche
* Stato fisico
* Confezionamento
Mezzo di trasporto richiesto
Allegati

NEWS

Come smaltire i DPI utilizzati nei luoghi di lavoro
18 Ottobre 2021
Le linee guida dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS)...
Come smaltire i DPI utilizzati nei luoghi di lavoro Scopri di più >
Rifiuti assimilabili agli urbani o assimilati? Trova le differenze
20 Agosto 2021
Prima di tutto una definizione: con rifiuti assimilabili...
Come smaltire i DPI utilizzati nei luoghi di lavoro Scopri di più >
Smaltimento rifiuti: breve guida alla corretta gestione
9 Agosto 2021
Gestione e smaltimento rifiuti sono attività regolate da...
Come smaltire i DPI utilizzati nei luoghi di lavoro Scopri di più >