Valli Gestioni Ambientali

ecopneus

News
Smaltimento Lana di roccia: di che si tratta e come si smaltisce
1 Ottobre 2021

Smaltimento Lana di roccia: di che si tratta e come si smaltisce

Molte aziende usano le lane minerali per alcuni specifici impieghi e spesso si trovano ad aver bisogno di un servizio di smaltimento di lana di roccia essendo considerato secondo normativa tra i rifiuti speciali.

Infatti, questo materiale appartiene al gruppo delle Fibre Artificiali Vetrose, che comprendono numerosi altri elementi, diversi tra loro per le caratteristiche fisiche e per i prodotti chimici con i quali vengono realizzati.

Pertanto, prima di procedere allo smaltimento di questo materiale, è opportuno sapere com’è fatto e a quale particolare categoria di rifiuti appartiene. A questo proposito, ecco un po’ di informazioni, curiosità e suggerimenti.

Lo smaltimento della lana di roccia: dalle peculiarità del materiale alla sua composizione

Notoriamente tutte le lane minerali sono degli efficaci isolanti, sia acustici che termici e, per questo, vengono spesso impiegate sotto forma di filtro o di pannello.

I settori che ne usufruiscono sono principalmente quello dell’edilizia e del trasporto. Diverse aziende le utilizzano per isolare e proteggere le pareti degli edifici, alcuni impianti e macchinari, nonché l’interno di alcuni mezzi di trasporto. Di fatto questi materiali sono molto utili e si rivelano anche validi alleati del risparmio energetico e della sicurezza.

La maggior parte delle lane minerali contengono elevati livelli di ossidi alcalini e alcalino-terrosi, e varie combinazioni chimiche che conferiscono loro ogni singola caratteristica.

Nello specifico, lana di roccia è un materiale naturale e precisamente di origine vulcanica, il che la rende non solo altamente isolante a livello termico e acustico, ma anche incombustibile. Viene realizzata grazie a un processo di ri-solidificazione della lava fusa e la sua temperatura di fusione supera i 1000 °C.

Si tratta di un materiale chimicamente neutro e non contiene prodotti corrosivi né aggressivi. Non è cancerogena per l’essere umano e si rivela solo lievemente irritante per l’epidermide, motivo per cui viene implementata nelle strutture seguendo specifiche procedure.

Il corretto smaltimento di lana di roccia parte da una adeguata classificazione

Nonostante queste buone caratteristiche, alcune lavorazioni e processi di produzione specifici determinano la classificazione CER secondo i seguenti codici: CER 17.06.04 (rifiuto speciale non pericoloso), CER 170601* (rifiuto speciale pericoloso contenente amianto) e CER 17.06.03* (rifiuto speciale pericoloso).

Per poter procedere con lo smaltimento della lana di roccia, potrete affidarvi ai servizi di Valli Gestioni Ambientali, che opererà come sempre nel rispetto delle norme vigenti in materia e delle relative procedure di sicurezza.

Dal ritiro al trasporto, fino allo stoccaggio presso impianti autorizzati e adibiti allo smaltimento di questa specifica categoria di rifiuti speciali, ci occupiamo di ogni dettaglio con estrema professionalità e con elevate competenze.

Lana di roccia e lana di vetro Differenze principali

Oltre alla lana di roccia, tra le lane minerali, c'è anche la lana di vetro: un super isolante, anche a livello acustico. Il silicato amorfo, ottenuto dal vetro, si produce fondendo il materiale (vetro e sabbia) a temperatura elevata (1.300-1.500 °C); si aggiunge poi un collante che rende possibile la coesione delle fibre e infine si riposta il composto a 200°. I rotoli ottenuti si utilizzano per l'isolamento termico e acustico, e perciò adatti per insonorizzare gli ambienti e resistere al fuoco (e al calore intenso quindi). 

Quali altri vantaggi si ottengono con l'utillizzo della lana di vetro? Prima di tutto il costo, che non varia di molto rispetto ad altri prodotti isolanti. Non è cancerogena, ne pericolosa. Tuttavia meglio venga maneggiata da persone che lo sanno fare. 

Come scegliere tra lana di vetro o lana di roccia

Preferire una o l'altra signifca, prima di tutto, considerare le esigenze; e contattare un'azienda specializzata è una strada da seguire ogni qual volta si hanno dubbi in merito all'uso, ai vantaggi, agli obiettivi. Compila qui sotto il form per avere maggiori informazioni sullo smaltimento.

Il fatto che entrambe siano durature e non pericolose ne fanno due materiali in grado di mantenere inalterate le proprietà e senza rischi per la salute umana. 

E se fossero interessanti anche dal punto di vista del risparmio? Il prezzo dello smaltimento della lana di vetro (come di quella di roccia) è sicuramente più abbordabile di quello di tanti altri materiali isolanti, senza rinunciare alla qualità. Il risultato infatti è il medesimo. 

Come smaltire la lana di vetro?

Nonostante sia stata paragonata per anni all'amianto, probabilmente per mancanza di informazioni esatte, la lana di vetro non minaccia la salute dell'uomo se prodotta rispettando tutte le accortezze. Perché non costituisca un pericolo non deve essere respirabile e quindi il diametro delle sue fibbre non deve superare i limiti specifici fissati. La presenza della "nota R" ne garantisce la non respirabilità

Lo smaltimento della lana di vetro deve essere effettuato tenendo conto di particolari accorgimenti, soprattutto quando non si ha certezza delle caratteristiche tecniche; tuttavia, anche quando conforme  ai parametri ufficiali, i processi utili allo smaltimento  devono essere gestiti ed eseguiti con professionalità. 

Il D.L. 36 del 13/03/2003 (pubblicato sulla G.U. n° 59 del 12/03/2003), in merito allo smaltimento rifiuti speciali, dichiara la seguente classificazione dei riufiuti speciali in:

  • rifiuti urbani
  • rifiuti pericolosi
  • rifiuti non pericolosi
  • rifiuti inerti

E classifica le discariche in: 

  • discariche per rifiuti inerti
  • discariche per rifiuti non pericolosi
  • discariche per rifiuti pericolosi

Il D.M. 13/03/2003 del Ministero dell'Ambiente pubblicato sulla G.U. n° 67 del 21/03/2003 prevede che tutte le lane minerali (tra cui anche la lana di vetro) vanno smaltite nelle discariche di prodotti non pericolosi (con il codice di classificazione europea 170604).

NEWS

Chiusura estiva
21 Luglio 2022
Vi comunichiamo che, in concomitanza della chiusura dei...
Come smaltire i DPI utilizzati nei luoghi di lavoro Scopri di più >
14 Aprile 2022
Come smaltire i DPI utilizzati nei luoghi di lavoro Scopri di più >
11 Aprile 2022
Il 1° aprile 2022 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale...
Come smaltire i DPI utilizzati nei luoghi di lavoro Scopri di più >